Pólvora

Vede’ e senti’
l’odor de ca’ che scóra inalla fin.

Le tenda che s’arènda lì vicin.
e fóra i tu aggeggi inal trambust.

Un ti ardarànn
i anni du i sbrani sparian.
E tonfa’,

si tu diti un me pian.

Balicherò cun l’anima le leggia dal mi temp

per arcugì le noscia tela

e ardaje un sens.
E le bugiu

c’un t’hann mai rassumijat,
inal bord dall’imbut bruscìna.

Un c’ènn scurtón al dolor
adè c’un vivi

e téni al cont dell’ore.

inàl buie
ligati
adè al so
ch’edè quel ched’è 

edè quel ched’è 

edè quel ched’è

E troerò senici inalle nuole

corènti che m’arportan li da te.

E troerò senici inalle nuole

corènti che m’arportan li da te.

Vedere e sentire
l’odore di casa che scorre nella fine.
La tenda che si arrende lì vicino.
E fuori le tue cose nella confusione.
Non ti daranno di nuovo
gli anni dove le ferite sparivano.
E cadere,

se le tue dita non mi prendono.

Scavalcherò con l’anima la legge del mio tempo

per ricucire la nostra tela

e darle di nuovo un senso.

E le bugie

che non ti hanno mai assomigliato,
sul bordo dell’imbuto adesso c’è una pioggia sottile.

Non ci sono scorciatoie al dolore
adesso che non vivi

e tieni il conto delle ore.

Nel buio
legati
ora lo so
che è quello che è 

è quello che è

è quello che è

E troverò fessure nelle nuvole

correnti che mi riportano lì da te.

E troverò fessure nelle nuvole

correnti che mi riportano lì da te.

Vedere e sentire
l’odore di casa che scorre nella fine.
La tenda che si arrende lì vicino.
E fuori le tue cose nella confusione.
Non ti daranno di nuovo
gli anni dove le ferite sparivano.
E cadere,

se le tue dita non mi prendono.

Scavalcherò con l’anima la legge del mio tempo

per ricucire la nostra tela

e darle di nuovo un senso.

E le bugie

che non ti hanno mai assomigliato,
sul bordo dell’imbuto adesso c’è una pioggia sottile.

Non ci sono scorciatoie al dolore
adesso che non vivi

e tieni il conto delle ore.

Nel buio
legati
ora lo so
che è quello che è 

è quello che è

è quello che è

E troverò fessure nelle nuvole

correnti che mi riportano lì da te.

E troverò fessure nelle nuvole

correnti che mi riportano lì da te.